Lettera quieta quasi abecedario

di boxundici

13775477_1020287334752097_1748007383605318129_n

Giampo mi soffia voce di foglia be molle. Arriva qui, dentro questa scatola coordinata al mare. Mi fa le serenate, Giampo. Porta quartieri d’illuminazioni, a me, umida esclamazione d’anni, liquorosa tristezza girandolina. E accarezzo la pigna donata ( s’era sull’Etna per qualche bisboccia d’occhi, per mangiare aria di terra mia ). Tengo a scrigno le sue tenere ah!ssonanze, la sua sorellitudine. Emmò mi passo pure una riga d’ombretto e vado a lungomare. Senza occhiali da sole, liscia così, mio amico d’aH! more!

28 novembre 2009

* Giampo, fratello poetico, profetico, amniotico.

Foto di G. D. P.

 

Annunci