avril. partir

di boxundici

 

11138136_795985547182278_4146305459317052610_n

 

Quel Budapest d’Aprile, mi torna. Passeggiate come
faccende. Neve già andata. E. Tetti salvati da un sole
sdraiato. Come di febbre appena arrivata. Era un
viaggio per infinita solitudine. Lacrime allacciate
alle scarpe, a far tregua d’amore. A far stringa che
da sé abbraccia. Da sé. Come fulmine e tuono. Fra sé.
Stretti. In pace. Premurosi. E. L’azzurro Danubio. Azzurro.
Ammaccato. Ch’era Aprile. L’inverno avvolto. Spopolato.

Annunci