Novembr’aria

di boxundici

Come ci si confonde, a Novembre, coi vivi sotto terra,

i morti a camminarci accanto, a bisbigliarci nei

balletti dei mattini- Guardate come vi sembra bella scappatoia

questa feritoia di vita. Questo riposo infelice in un sogno felice.

Sdraiati noi, non ci spaventa l’attesa, essere disertori di promesse.

È a voi che l’inganno preme, la spinta a un volo greve.

A morirvi piano. Senza il sole che suda sul cuore. Sulla mano.-

Annunci