Voluntas

di boxundici

Voglio la nuca, la mia nuca e non la tua, recintata d’incessante calma. E, una morte senza rimorsi, importante, certa, manoscritta di poesie, come il rumore dell’acqua, che non sbava, non sanguina. Moltiplicata.

Annunci